BIOGRAFIA IL DIARIO LE LETTERE GLI ARTICOLI IL TERRITORIO

BIBLIOTECA

I LIBRI

LA STORIA

ARTE/CULTURA

HOMEPAGE

  Libro degli ospiti - Don Liborio Romano

Lascia un messaggio | Pannello di controllo

Ci sono 236 Messaggi

giovanni spano

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : mercoledì, 20 marzo 2013 11:17:50
Messaggio : Signor Capriati, l'attendo nel profondo sud, avremo modo di fare una bella chiacchierata, e magari farle vedere i cimeli dell'associazione oltre naturalmente a farle visitare il palazzo di Liborio Romano e la tomba. Quello che lei dice, io lo sostengo da sempre, spesso però i denigratori, si rifanno solo all'accordo del Romano con la camorra, trascurando, i benefici che questa operazione ha portato a Napoli e all'Italia. Oggi si può parlare di Unità d'Italia grazie al suo sacrificio, perchè si è trattato proprio del sacrificio dell'uomo e della sua carriera politica. Dice bene lei, che Liborio Romano è stato ostacolato dai vincitori, anche se lui, facendo parte di questi, perchè eletto in otto collegi, incuoteva paura, era troppo forte, quindi bisognava ridimensionarlo e distruggerlo. L'arma adottata, quella di sempre, la calunnia !
Ho messo in piedi un'operazione per realizzare il busto a questo personaggio dimenticato, forse riusciremo a concretizzarla entro quest'anno, me lo auguro. Cordiali saluti signor Capriati, e per qualsiasi cosa conti su di me.
Giulio Capriata

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : mercoledì, 13 marzo 2013 14:11:19
Località : Como
E-mail : giuliocapriata@gmail.com
Messaggio : Dopo un attento studio sul rinascimento italiano e sui personaggi caratterizzanti quel periodo, ritengo Liborio Romano un politico che ha dato un valido contributo all'unità d'Italia. Ovviamente ha addottato delle misure macchiavelliche, ma così era necessario fare allora ed il fine giustificava i mezzi. garibaldi entrò in Napoli senza colpo ferile.
Certo i compromessi con la malavita vi furono ma vi sono stati ancora oggi ( pensate alle trattative stato-mafia), gli accordi segreti con Cavour vi furono, ma perchè oggi non vi sono? ( pensate a quante trattavive sotteranee in corso oggi per formare un gaverno ma anche per eleggere un Papa-non sempre scende lo Spirito Santo!). Piuttosto a L.Romano non fu riconosciuto dai vincitori una adeguata sistemazione politica e soprattutto una meritata memoria storica.
Nel mio pensiero pertanto ritengo L.Romano un degno eroe del risorgimento italiano e in settembre di quest'annop farò 1.200 km in auto ( tale è la distanza da Como a Patù) per onorare la sua memoria.
Mastroleo Rosario

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : sabato, 29 settembre 2012 11:01:45
Località : Lecce
Messaggio : Parlano i documenti, i fatti e la storia (quella vera).
Legga i libri che Le ho consigliato.
Buon Lavoro e Buona Lettura ... . . .
Appena pronto il mio nuovo sito glieLo farò sapere
Giovanni Spano

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : sabato, 29 settembre 2012 09:45:25
Messaggio : Buon lavoro, Mastroleo, abbiamo punti di vista diversi e continuando all'infinito la discussione non porteremmo a nessun risultato.
Quindi io chiudo qui !
Mastroleo Rosario

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : sabato, 29 settembre 2012 09:31:59
Località : Lecce
Messaggio : Ad essere precisi. il Romano ha subito le "persecuzioni", come vengono definite da Lei, perché era un rivoluzionario, faceva gli interessi degli altri e non del suo Re (si vada a leggere la questione degli zolfi siciliani), tradiva il suo re , era un doppiogiochista intrattenendo rapporti segreti con Cavour, tradiva il suo popolo e i suoi conterranei, qualsiasi altro Re lo avrebbe fatto fucilare subito.
Mastroleo Rosario

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : venerdì, 28 settembre 2012 17:52:20
Località : Lecce
Messaggio : Lei sig. Spano si arrampica sempre sugli specchi. Lei ancora non ha capito che senza Liborio Romano i vari Nino Bixio, Cialdini e tanti altri generali piemontesi , colpevoli dei più efferati delitti non sarebbero esistiti, come pure gli eccidi di Casalduni, Bronte, Pondelandolfo non sarebbero esistiti e neanche l'impresa dei Mille sarebbe esistita. I Borboni hanno una sola colpa nella storia , di non essersi interessati di politica estera, di avere voluto essere autosufficienti e di essere stati ingenui e buoni di cuori per non aver messo in pratica la pena di morte per tutti. Se al primo moto rivoluzionario avessero fucilato il buon Romano, che Lei definisce poveraccio per tutte le persecuzioni subite(Le ha subite ma è stato chiamato, ingenuamente, come primo ministro) la storia sarebbe stata diversa. Io ho creato un sito in cui attaccavo tutti, che presto sarà di nuovo in linea. Comunque noto con rammarico che Lei, da meridionale, difendendo a spada tratta il suo personaggio offende la memoria dei tanti nostri conterranei uccisi, trucidati, emigrati per il tradimento di pochi ....
Giovanni Spano

IP: xxx.xxx.xxx.xxx

Scritto da : venerdì, 28 settembre 2012 09:38:16
Messaggio : Signor Mastroleo ho capito che l'ultima parola deve essere sempre la sua. Ora le faccio io una domanda.
A parte il fatto che lei come i duosiciliani (associazione Due Sicilie) ritenete Liborio Romano la causa di tutti i mali del Sud, sol perchè aveva degli ideali e li ha sempre rispettati. Se l'Unità d'Italia ha preso una certa piega, certamente non era nelle intenzioni del Romano.
Ma come mai, additate sempre lui come la causa di tutti i mali e vi sfuggono tanti personaggi che veramente hanno fatto del Sud , carne da macello, vedi Nino Bixio, vedi Cialdini ecc., forse perchè attaccando questi si andrebbe contro la storia ufficiale, attaccando il Romano invece vi scontrate solo con me ed un gruppo molto piccolo che crede nella verità. La propaganda è una cosa, la verità storica è un'altra. E poi non è vero che sul sito non si parla del modo in cui è stata fatta l'Unità d'Italia, dei genocidi , di Casalduini di Bronte ecc., nel sito ci sono molti libri che riguardano il brigantaggio ed i processi ai briganti.
Pertanto, io non mi sottraggo alla critica, ma penso che nei giudizi ci vorrebbe un pò più di serenità. Io non attacco i Borboni, che hanno fatto subire al Romano, carcere ed esilio, senza alcun processo, cerco solo di studiare e ricercare notizie che facciano venire a galla la verità storica.
Un saluto da chi non la pensa come lei, ma rispetta le sue idee pur non condividendole.
Pagina 5 di 34

Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34

 
 
Homepage
Libro degli ospiti | Contattaci | Template       
Area riservata